Legami
0 1
Libri Moderni

Nevo, Eshkol

Legami

Abstract: Dalla Simmetria dei desideri fino a Tre piani, Eshkol Nevo ha narrato delle infinite forme del desiderio. Forme che, di volta in volta gioiose o perturbanti, torbide o pure, alimentano o infrangono le magnifiche storie d’amore, familiari e d’amicizia da lui raccontate. Il desiderio, nella sua inaccessibile oscurità, è insomma ciò che fa sì che la narrativa di Nevo assolva il compito proprio della scrittura capace di avvincere il lettore: “parlare”, come indica Sebald, “in maniera chiara di cose oscure”. Le storie contenute in Legami non soltanto non fanno eccezione a questo compito, ma costituiscono una delle sue più riuscite conferme. Si tratti delle vicende narrate in Ogni cosa è fragile, in cui l’amicizia è chiamata a lenire la malattia, e la passione a rivendicare i suoi diritti; del legame tra un padre e un figlio capace, in Hungry Heart, di allontanare il primo dalla sua patologica volubilità; di un’occasione d’amore perduta che, in Forty-love, il destino appronta di nuovo; di una proposta di matrimonio che, in Non ti piacerà, appare indecente per le convenzioni e i costumi stabiliti, il desiderio, ospite ingrato o, al contrario, atteso, travolge certezze, confini, irrompe nella commedia degli equivoci in cui si svolge la vita, richiede decisioni che chiamano alla sfida. Se all’esistenza umana è data sempre la facoltà di un nuovo inizio, nulla più della forza liberatoria del desiderio – sembra dire Nevo nelle storie narrate in questo libro – rappresenta la possibilità di ricominciare daccapo, e di abbattere così i muri del pregiudizio e dell’esclusione


Titolo e contributi: Legami / Eshkol Nevo ; traduzione di Raffaella Scardi

Pubblicazione: Milano : Feltrinelli, 2024

Descrizione fisica: 317 p. ; 22 cm

Serie: Gramma

ISBN: 9791256240005

Data:2024

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.), Ebraico (lingua dell'opera originale)

Paese: Italia

Opera:
Serie: Gramma

Nomi: (Autore) (Traduttore)

Soggetti:

Classi: 892.437

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2024
Testi (105)
  • Genere: novelle, racconti brevi

Sono presenti 6 copie, di cui 4 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Pisa SMS 892.4 NEVO leg 0250-91311 In prestito 03/07/2024
Pontedera, Giovanni Gronchi NARRATIVA 892.43 NEV leg 0010-91398 In prestito 13/07/2024
San Miniato, Mario Luzi NAD 892.437 NEV LEG SM038-67712 In catalogazione Non disponibile
Santa Maria a Monte 892.437 NEV leg 0100-22258 Su scaffale Disponibile
Cascina 892.437 NEV 0020-34783 In prestito
Vicopisano 892.4 NEV 7 0030-32038 In prestito 18/07/2024
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Quando esce un libro di Eshkol Nevo è un po’ una festa. Se ci si consente una nota personale davvero non forzata, ci accadeva la stessa cosa quando appariva un nuovo romanzo di Abraham Yehoshua, il grande scrittore anch’egli israeliano purtroppo scomparso esattamente due anni fa. Forse è come se Nevo avesse sentimentalmente, intellettualmente preso il posto di quell’immenso narratore: o forse perché la delicatezza del suo scrivere lo ricorda da vicino.

E insomma la festa è per questo “Legami” che è uscito per la nuova collana Feltrinelli “Gramma”, con traduzione di Raffaella Scarsi: sono venti racconti che hanno per protagoniste quasi sempre coppie – la coppia è sempre il riferimento essenziale di Nevo, basti pensare a quello che per noi è il suo capolavoro, “La simmetria dei desideri”.

I vari, appunto, legami tra i lui e le lei non sono mai sciolti una volta per tutte. Non sai se i futuri sposini che sono andati in terapia di coppia saranno felici; non sai se il ragazzo resterà con Reut o se ne andrà in Australia; non sai se lui e “Limonata” che per fare due soldi fanno video porno resteranno insieme; non sai se la coppia di insegnanti senza soldi ne verrà fuori: come sempre in Nevo c’è sempre un’altra possibilità. Persino se ti muore improvvisamente il padre dopo un concerto di Bruce Springsteen (“Hungry Heart”). Persino se scopri che tua moglie picchia tua figlia (“Zero tolleranza”). «Sarà un nuovo inizio per noi, gli promise in seguito – Lo spero, rispose lui – Un nuovo inizio non ci farebbe male, aggiunse lei-Sì, confermò lui-Possiamo vivercela come un’avventura, propose lei-Forse tu la puoi vivere come un’avventura, pensò lui» (“Dopo il tramonto”).

Ecco. Potrà essere come potrà non essere: che ne sappiamo, del futuro? Tutto ciò è molto “occidentale” ma vorremmo dire che è molto israeliano. Cos’è il domani, per un cittadino di Israele, se non– anche, soprattutto – aver superato un altro giorno? Qui non c’entra la guerra attuale, sulla quale peraltro questo scrittore ha realizzato importantissimi articoli anche sul Corriere della Sera, ma per un israeliano la guerra è immanente: «La prima cosa che fai quando c’è stato un attentato è valutare le probabilità che qualcuno che conosci sia coinvolto».

Si srotola sempre, la guerra, come un orrendo tappeto sul quale i personaggi di Nevo scorrono, incespicano, talvolta si rialzano, più spesso cadono, ed è inutile cercare di capire perché. Il caso, come insegna Montaigne, domina l’esistenza. Per esempio Dandan vende l’erba, piace a tutti, specie alle donne. Ma un giorno perde un occhio in un attentato opera di un kamikaze in un ristorante. La morte è lì dietro l’angolo ed è misteriosa quasi quanto la vita, ci dice Eshkol Nevo con la sua penna leggera e il cuore pesante di speranza e di dolore.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.