La maestra cattiva
0 1
Libri Moderni

Quinn, Suzy K.

La maestra cattiva

Abstract: Lizzie Riley è reduce da una burrascosa separazione. Quando riceve la notizia che suo figlio Tom è stato accettato in una prestigiosa scuola, si sente sollevata: spera che le cose riprendano ad andare per il verso giusto. La reputazione dell'istituto è eccellente. Eppure l'entusiasmo iniziale si spegne dopo poco tempo: fin dal primo giorno Lizzie ha l'impressione che in quella scuola ci sia qualcosa che non va. Ai genitori è proibito attraversare il giardino ed entrare insieme con i bambini; le finestre sono chiuse e protette da pesanti inferriate. Con gentilezza le viene spiegato che è bene che i ragazzi guadagnino al più presto una certa indipendenza, e che una presenza troppo asfissiante dei genitori non è funzionale alla loro istruzione. Ma perché Tom torna sempre a casa esausto e si rifiuta di raccontare qualsiasi cosa della sua giornata? Che cosa sono quegli strani segni sul suo braccio? E perché i suoi compagni di classe hanno paura di parlare, quando Lizzie fa loro delle domande?


Titolo e contributi: La maestra cattiva / Suzy K. Quinn

Pubblicazione: Roma : Newton Compton, 2020

Descrizione fisica: 318 p. ; 24 cm

Serie: Nuova narrativa Newton ; 1081

EAN: 9788822738271

Data:2020

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Soggetti:

Classi: 823.92 NARRATIVA INGLESE, 2000- (0) Drammatico <genere fiction> (0) Thriller <genere fiction> (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2020
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
San Miniato, Mario Luzi IN ORDINE QUI MAE 0 In ordine Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Dopo una traumatica separazione per i comportamenti violenti del marito Olli, Lizzie sembra ritrovare finalmente la pace con il figlio Tommy trasferendosi in un quartiere lontano dall’abitazione del coniuge. Tutto cambia per madre e figlio: una nuova casa, una nuova scuola, pubblica ma di grande fama, il cui motto è Semper fortis, e che potrà dare una possibilità di riscatto a entrambi. Ma le cose non vanno come Lizzie aveva sperato: suo figlio torna da scuola sempre più stanco e triste, si lega ad amici poco raccomandabili, non la fa più partecipe come un tempo delle sue confidenze. Soprattutto ha malori inspiegabili e un’ansia che lo attanaglia. Inutilmente la donna cercherà di far luce sul disagio di Tommy: il preside e le insegnanti riterranno ingiustificate le sue preoccupazioni e si mostreranno ben poco collaborativi con la premurosa Lizzie. Non procediamo oltre con la trama de La maestra cattiva, lasciando al lettore il gusto di scoprire come si dipanerà la vicenda. Il romanzo ci presenta diverse voci narranti: quella di Lizzie, la madre, di Kate, l’assistente sociale che segue lei e Tommy, della madre di Lizzie e di altri protagonisti, inserendo anche diversi livelli temporali.

La Quinn conduce il lettore in un labirinto, tenendolo per mano attraverso i vari passaggi della storia, sino all’imprevedibile colpo di scena finale. Passiamo dall’atmosfera asettica e inquietante della scuola “perfetta” di Tommy al disordine delle case delle madri single che allevano figli tra solitudine e inadeguatezza, supportate da assistenti sociali come Kate, che credono nel loro lavoro a tal punto da mettere in discussione gli equilibri familiari, abbandonate da un sistema assistenziale come quello inglese, sempre più povero di fondi e di personale. La figura di Lizzie è tracciata con notevole abilità, perché spinge facilmente il lettore ( o meglio la lettrice) a immedesimarsi nelle difficoltà della sua vita, costretta com’è a districarsi tra una madre anaffettiva e bugiarda al limite del patologico, e un marito per cui ha lasciato il lavoro e i propri sogni e che invece non le ha dato la felicità promessa. La trama procede scorrevole e coinvolgente; è rilevante la disinvoltura con cui la Quinn ha giocato col patto narrativo tra lettore e autore. La maestra cattiva si dimostra un piacevole e intrigante giallo con cui trascorrere piacevoli ore.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.