Il progetto "Biblioteca resistente" è stato promosso dalla Sezione di Pontedera dell'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), in collaborazione con l'Amministrazione comunale di Pontedera e con il contributo della Regione Toscana, con lo scopo di salvaguardare la memoria della storia partigiana e di sostenere la ricerca storica, basata sul recupero e l'analisi delle fonti, a partire da quelle del territorio della Valdera.

Alla cura per la memoria storica unisce la finalità di alimentare una cultura della pace, frutto del dialogo e del rispetto, nella consapevolezza dei sacrifici per la liberazione dal nazifascismo e dei principi democratici su cui è fondata la nostra Carta costituzionale.

Non è casuale la scelta di pubblicare in primo piano il primo numero de IL PIAGGISTA, uscito il 23 agosto 1943, a poco meno di un mese di distanza dalla caduta di Mussolini, quando l'Italia era sottoposta al fuoco di entrambi gli schieramenti e attraversata dalle truppe di occupazione tedesca.

Ricordiamo il coraggio di gridare alla pace, per la libertà e non solo per il pane, da parte di molti di coloro che scioperarono nelle fabbriche, nel marzo '43 al nord Italia, ma sicuramente ad agosto anche a Pontedera, in una situazione in cui chi opponeva resistenza al regime rischiava seriamente la vita.

 

                               Il Piaggista 1943 - Biblioteca F. Serantini  di Pisa                Il Piaggista 1943 - Biblioteca F. Serantini  di Pisa

  Per cortesia della Biblioteca Franco Serantini - Istituto di storia sociale, della Resistenza e dell'età contemporanea della provincia di Pisa. https://www.bfscollezionidigitali.org/



Il repertorio bibliografico e archivistico delle fonti della ricerca storica sul territorio della Valdera, commissionato da ANPI nell'ambito di questo progetto, curato da Michele Quirici e Andrea Brotini, rappresenta un punto di partenza fondamentale per lo sviluppo degli studi e della conoscenza fondata sui documenti.

BIBLIOGRAFIA SULLA RESISTENZA IN VALDERA

Il progetto, che ha previsto anche l'acquisto di libri sul tema della resistenza italiana e delle diverse forme di resistenza e attivismo civile che si ripropongono anche nei nostri giorni, raccoglie in scaffali virtuali bibliografie di libri presenti nel catalogo di Bibliolandia e nella biblioteca Gronchi di Pontedera, dove sono puntualmente segnalati da un contrassegno, che riproduce il logo dell'iniziativa, e li identifica all'interno di ciascun scaffale.

 

Tutti coloro che dimenticano il loro passato, sono condannati a riviverlo“ (Primo Levi)

 

Vedi tutti

Biblioteca Resistente

Vedi tutti

Biblioragazzi resistente