Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Politicamente corretto - Eugenio Capozzi

Testo generalista sull'argomento di cui molti parlano, ma del quale è maledettamente difficili definire dei confini chiari (per non parlare di condivisi). E' un'ideologia il "politicamente corretto"? Ovviamente. E' un idea che si trasforma in un atteggiamento che si trasforma in codici di comportamento e norme, a volte accolte e altre volte no, con differenze tra paese e paese e tra aree dello stesso paese. Insomma il PC è una faccia della molteplicità culturale che caratterizza l'epoca contemporanea nel momento in cui il molteplice (che "separatamente" è sempre esistito nel corso della storia) viene spinto a convivere e a condividere gli stessi spazi. Il valore del libro è relativo.

La rivoluzione della speranza - Erich Fromm

Testo invecchiato. Nella parte previsionale, decisamente. Nella parte analitica, qualcosa di vivo c'è ancora. Inoltre se si pensa che è stato meditato alla metà degli anni '60 ed è uscito nel '68, mi pare decisamente uno dei testi meno bischeri tra la riflessione filosofico-politica e antropologica di quegli anni

Padroni del destino - Richard Stengel

Un saggio breve sulla figura e gli insegnamenti di Nelson Mandela. Una biografia del grande leader sudafricano uscito da vincitore da 27 anni di carcere. Un testo di meditazione sulla buona politica e su cosa possa fare un uomo per il suo popolo e per il resto dell'umanità. Un saggio breve ma vigoroso, commovente e profondo. Una lettura alla portata di tutti, che coglie anche i lati umani, sentimentali, psicologici e antropologici di Nelson Mandela. Scritto con una penna leggera, col cuore, ma anche con acutezza e profondità di vedute.

Diventare se stessi - Irvin D. Yalom

Una vita meravigliosa e veramente fortunata scritta da un ottantacinquenne americano che per oltre trent'anni ha insegnato a Stanford. La visione di un mondo da curare attraverso la terapia di gruppo e la riflessione su se stesso e sugli altri. Una terapia in cui tutti si mettono in gioco, incluso il terapeuta. Idea della vita come una serie fortunata di incontri e come partecipazione a gruppi di terapia in grado di funzionare bene e di aiutare tutti i membri.

Open - Andre Agassi

Libro veramente notevole. Non racconta tutto, ma molto di sicuro di una vita spremuta al massimo per aspirare a diventare il 1° in una particolare categoria di uomini di successo. Il tennista Andre Agassi racconta la sua biografia: dalla sua infanzia al ritiro dalle gare internazionali. Dentro c'è di tutto: dalla difficoltà a trovare un senso alla propria vita all'organizzazione dello sport negli USA e nel mondo. La maggior parte delle pagine raccontano di partite di tennis ufficiali (oltre 1000) e dello stress emotivo che procurano al protagonista e agli altri attori del mondo tennistico. Una lettura altamente formativa. Molto.

Lo specchio del diavolo - Giorgio Ruffolo

Stimo Ruffolo e questo è solo un libro/divertimento. Ok. Ma è lo specchio di quanto gli uomini abbiano bisogno del diavolo e di come agiscono per procurarsi questa illusione (maligna) e di quanto siano disposti a baloccarsi con idee di "paura" e negative. Ovviamente se le menti "avvertite" sono in grado di discernere la paura e le idee negative dalla realtà, le menti più semplici no. Così per questi ultimi la paura e il negativo prendono il nome di Dracula e del Male. E fino a qui non ci sarebbero problemi. Solo un po' di gente spaventata. Pazienza. Se non che certe paure e certe idee negative (lo storico inglese R. Conquest le ha chiamate "Assassine") producono il bisogno di reazione e si esprimono nella volontà di fare il bene combattendo un Male fasullo ma provocando disastri reali. Ma mi rendo conto che abbandonare idee negative e "assassine" è difficile e queste, come l'idra, risorgono continuamente, nonostante le dure repliche della storia.

The game - Alessandro Baricco

Libro fascinoso sull'impatto delle tecnologie dell'informazione e sulla rivoluzione sociale prodotta dall'uso di computer, cellulari e altre diavolerie simili. Analisi molto più frantumata e complessa quella del "sociologo" Baricco che ri-scopre l'esistenza dell'individualismo di massa. Lettura non facile e un po' faticosa. Merita? Baricco è intellettuale colto e raffinato e quindi, avendo tempo e voglia di arrampicarsi, la risposta è sì. Il titolo però lo trovo un po' fuorviante.

La guerra di Mario - Mario Mirri

Libro mirabile. Bella lettura per chi di Mario Mirri può considerarsi un allievo (anche solo per simpatia reciproca e autoadozione, come nel mio caso) e per i giovani ventenni di oggi, messi di fronte a mondi meno pericolosi di quelli di Mario, ma molto più complicati e confusi. Su alcune pagine mi sono commosso, fino alle lacrime. Condivido il suo giudizio sui Piccoli Maestri di Meneghello. Essere giovani e consapevoli tra gli anni '30 e gli anni '50 non fu affatto facile e richiese una discreta dose di coraggio e perfino di eroismo. Ma è sullo slancio di quella generazione che il Paese è diventato (pur mantenendo una parte dei suoi difetti) una grande Nazione. La consapevolezza di questo e delle problematiche connesse è importante.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Il mondo alla rovescia / Giangiacomo Nardozzi, Il Mulino, Bologna, 2015, p. 184

Il libro spiega benissimo, ma in maniera molto complicata, come la finanza finalizzata a guadagnare su tutto abbia preso il sopravvento sulla politica e sugli stati. Usando la metafora di Tom e Jerry, Nardozzi illustra come il topo punti alla caccia del formaggio e ne combini di tutti i colori pur di arrivare alla meta. E di come il povero gatto tenti in tutti i modi di ostacolare il topo, senza riuscirci. Il topo ovviamente è la finanza e il gatto la politica e lo Stato. Ma non fatevi ingannare dalla metafora. Dietro ci sono i meccanismi di valorizzazione del capitale e le sue grandi capacità speculative di cui Marx prima e i suoi epigoni poi avevano colto benissimo le dinamiche. Da leggere insieme al libro di Fernand Braudel, La dinamica del capitalismo (Il Mulino, 1981) e Thomas Piketty, Il capitale nel XXI secolo, Bompiani, 2014.