Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

The game - Alessandro Baricco

Libro fascinoso sull'impatto delle tecnologie dell'informazione e sulla rivoluzione sociale prodotta dall'uso di computer, cellulari e altre diavolerie simili. Analisi molto più frantumata e complessa quella del "sociologo" Baricco che ri-scopre l'esistenza dell'individualismo di massa. Lettura non facile e un po' faticosa. Merita? Baricco è intellettuale colto e raffinato e quindi, avendo tempo e voglia di arrampicarsi, la risposta è sì. Il titolo però lo trovo un po' fuorviante.

La guerra di Mario - Mario Mirri

Libro mirabile. Bella lettura per chi di Mario Mirri può considerarsi un allievo (anche solo per simpatia reciproca e autoadozione, come nel mio caso) e per i giovani ventenni di oggi, messi di fronte a mondi meno pericolosi di quelli di Mario, ma molto più complicati e confusi. Su alcune pagine mi sono commosso, fino alle lacrime. Condivido il suo giudizio sui Piccoli Maestri di Meneghello. Essere giovani e consapevoli tra gli anni '30 e gli anni '50 non fu affatto facile e richiese una discreta dose di coraggio e perfino di eroismo. Ma è sullo slancio di quella generazione che il Paese è diventato (pur mantenendo una parte dei suoi difetti) una grande Nazione. La consapevolezza di questo e delle problematiche connesse è importante.

Istruzione e sviluppo - Carlo M. Cipolla

Testo del 1969, ma sempre brillante e poco invecchiato. Riflessione interessante sul rapporto tra sviluppo economico, cittadinanza, istruzione e capacità di lettura e di scrittura. Condivisibile la riflessione sull'incidenza del protestantesimo sulle maggiori capacità di lettura delle persone. I commerci, le industrie, le piccole patrie e le religioni protestanti rendono tutti un po' più liberi e un po' più letterati.

Incontro e dialogo - Franco Cambi

Testo pieno di spunti e di stimoli per una pedagogia e per una visione del mondo e dell'uomo davvero planetaria. I saggi che compongono il libro sono fortemente influenzati anche dalle riflessioni sull'uomo planetario di Padre Ernesto Balducci (oltre che dalle tesi di Edgar Morin, a cui l'A. è debitore di molti spunti). Cambi riprende e rielabora un'idea di globalizzazione che va al di là dell'economia per investire la società e il tema della compresenza di culture e tradizioni diversi negli stessi spazi. In spazi mondo dove tutti hanno il diritto di essere, di riconoscersi e di accertarci. Cambi non si nasconde la complessità di una pedagogia "mondiale" e plurale, ma la delinea come un processo inevitabile. Utopico, ma da condividere interamente.

Tre e Un amore - Giuseppe Cecconi

Riflessioni interessanti su Don Milani, i racconti biblici, Martin Luther King, Tolstoj e molti altri autori che trattano temi di etica, sociologia e politica. Si tratta di un saggio breve, scritto con mano lieve e non di un racconto come recita il titolo sulla copertina. Non si tratta di un libro di narrativa e dovrebbe essere inserito nella saggistica, anche se si legge bene. E' scorrevole.

Riscopriamoci misericordiosi - Misericordia Ponsacco Onlus

Libro meritorio. Racconti tutti dotati di un significato morale. Di una spinta etica verso il bene. Verso la speranza. Positivi. Alcuni più leggeri. Altri più profondi. Bene ha fatto la Misericordia di Ponsacco, con l'aiuto delle animatrici di Boscoborgo, a mettere insieme il concorso e a selezionare i racconti.

La vulnerabilità - Laura Capantini, Maurizio Gronchi

Queste riflessioni sulla vulnerabilità sono molto utili per riflettere sulla nostra condizione di fragilità. Una condizione che non è solo contemporanea, ma che nella contemporaneità assume uno stato tutto particolare, perchè si abbina ad un sentimento di onnipotenza (aggressiva) e ad un forte egoismo che pervade e conquista masse, popolo, gente. Il testo nasce e si abbevera della traduzione biblica e cristiana. Mi auguro che venga letto e meditato dal maggior numero di persone possibili. E' una medicina quella che ci somministra. Vivere con serenità e comprensione la propria e l'altrui vulnerabilità (inclusa quella di Dio) è un grande sforzo. Etico. E necessario.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Il mondo alla rovescia / Giangiacomo Nardozzi, Il Mulino, Bologna, 2015, p. 184

Il libro spiega benissimo, ma in maniera molto complicata, come la finanza finalizzata a guadagnare su tutto abbia preso il sopravvento sulla politica e sugli stati. Usando la metafora di Tom e Jerry, Nardozzi illustra come il topo punti alla caccia del formaggio e ne combini di tutti i colori pur di arrivare alla meta. E di come il povero gatto tenti in tutti i modi di ostacolare il topo, senza riuscirci. Il topo ovviamente è la finanza e il gatto la politica e lo Stato. Ma non fatevi ingannare dalla metafora. Dietro ci sono i meccanismi di valorizzazione del capitale e le sue grandi capacità speculative di cui Marx prima e i suoi epigoni poi avevano colto benissimo le dinamiche. Da leggere insieme al libro di Fernand Braudel, La dinamica del capitalismo (Il Mulino, 1981) e Thomas Piketty, Il capitale nel XXI secolo, Bompiani, 2014.