Dall'Homo sapiens all'Homo ridens
0 1
Materiale linguistico moderno

Fioravanti, Sonia - Spina, Leonardo

Dall'Homo sapiens all'Homo ridens

Abstract: Gli autori, partendo dalla loro personale esperienza di autoguarigione, analizzano criticamente la vita del moderno Homo sapiens, osservandolo mentre si sta confrontando con la sua ri-evoluzione, un salto quantico necessario che gli permetterà di affermare quel progetto d'amore scritto nel suo cuore. L'unione di arte e scienza, che nasce dalle rispettive professionalità degli autori, avviene attraverso il filo rosso del ridere, della gioia, intesi come portatori di una vibrazione potentissima, oggi necessaria per la liberazione dell'essere umano dalla condizione di schiavitù mentale e materiale nella quale è immerso. Il volume spazia dalla PNEI alla gelotologia dall'antropologia alle neuroscienze e alla nuova biologia, dalla psicologia energetica alla fisica dei quanti e presenta numerosi strumenti pratici di autoguarigione.


Titolo e contributi: Dall'Homo sapiens all'Homo ridens : una proposta per la ri-evoluzione della specie / Sonia Fioravanti, Leonardo Spina

Pubblicazione: Milano : Enea, 2019

Descrizione fisica: 239 p. : ill. ; 25 cm

ISBN: 978-88-6773-075-9

Data:2019

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Soggetti:

Classi: 613.7 615.8

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2019

Sono presenti 1 copie, di cui 1 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Pisa SMS BenessereSalute 615.8 FIOR dal 0250-79968 In prestito 15/07/2019
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Abbandonare il paradigma della “Valle di lacrime” per abbracciare quello della Gioia con l'obiettivo di una ri-evoluzione della specie: “Dall'Homo Sapiens all'homo ridens”, che è il titolo del nuovo libro di Leonardo Spina e Sonia Fioravanti. Partendo dalla loro esperienza e dai loro studi, gli autori seminano nel testo appigli culturali alla speranza verso un cambiamento individuale e collettivo che abbia come punto di partenza l'arte di ridere.

“Ridere è il linguaggio dell’anima”, diceva Pablo Neruda. Con questa dedica si apre il libro “Dall’Homo sapiens all’Homo ridens”, ultimo lavoro su carta di Leonardo Spina, sceneggiatore, attore e autore teatrale e pioniere della gelotologia, e di Sonia Fioravanti, psicoterapeuta, saggista e ricercatrice nel campo della psicologia energetica e delle nuove scienze.

Coppia nella vita e insieme fondatori della Comunità ospitale La Terra del sorriso, dell’associazione Ridere per Vivere, dell’istituto di ricerca, documentazione e formazione Homo Ridens, a cui sono dedicate alcune delle nostre video storie, Leonardo e Sonia sono prima di tutto amici che è sempre un piacere incontrare e con i quali anche una chiacchierata di aggiornamento on line, come in questo caso, si trasforma in un nutriente incontro e confronto sul terreno comune del cambiamento.

L’occasione è stavolta la pubblicazione del loro terzo libro, un libro che intreccia i loro interessi, ricerche e professioni, muovendosi lungo un percorso costruito insieme negli ultimi 30 anni di vita. L’intento è quello di offrire strumenti di crescita personale e formazione a operatori sanitari, scolastici e singoli individui.

Una proposta per la ri-evoluzione delle specie che ci invita a passare dal Paradigma della Valle di Lacrime, proposto dalla genesi biblica, in cui l’essere umano è maledetto dalla divinità e costretto a vivere un’esistenza all’insegna della paura, del senso di colpa e del dolore”, al Paradigma della Gioia. E la gelotologia,la comicoterapia, l’arte di ridere, traducono perfettamente la frequenza, la vibrazione della gioia.

Le parole sono importanti. Come dare appigli culturali alla speranza

“Le parole sono importanti – dice Sonia – abbiamo sentito la necessità di tradurre, con parole che diano immediatamente delle emozioni, quelle azioni che sentiamo necessarie oggi. La parola auto-guarigione, ad esempio, è una parola che viene prima percepita dal cuore e dall’anima, solo dopo dalla parte razionale. Le persone attivano, di fronte a parole come autoguarigione, trasformazione della specie da Homo sapiens a Homo ridens, ri- evoluzione, paradigma della gioia, un ascolto che non è passivo cognitivo ma un ascolto profondo. Nella nostra cultura le parole hanno una valenza ipnotica, non sono neutrali, dietro la parola "tumore", c’è una profezia. Molto spesso la nostra spinta al cambiamento viene imprigionata dal significato delle parole”.

Non basta infatti dire che “si può cambiare” e passare ad un nuovo paradigma, anche se renderci conto di questo è già un passo importante. “C’è bisogno di dare appigli culturali alla speranza. L’intento che ha mosso la realizzazione di questo libro è quello di tirare fuori alcuni elementi di speranza, di fiducia e di coraggio, che possano sostenere questo percorso”, prosegue Leonardo.

Questo riflette anche il percorso che gli autori si sono trovati ad affrontare nella propria vita, dove spesso è stata l’intuizione – il “senso dell’anima” che collega il nostro io cosciente all’io animico, dice Sonia – a condurli a scelte inusuali e contro corrente, per poi scoprire attraverso lo studio e la ricerca, ad esperienza compiuta, il senso di quella scelta. Da lì è nata la strada che li ha condotti nel versante delle nuove scienze, della fisica quantistica, della psicologia energetica, della nuova biologia, della medicina vibrazionale.

“Siamo partiti sempre dalle azioni. Dalla scelta nella malattia di cure alternative, all’apertura della Terra del sorriso, al nostro impegno nella creazione di reti e relazioni validanti. Abbiamo fatto tutto questo in pratica ma non sempre è stato sufficientemente tradotto. Adesso, a distanza di 30 anni, in cui abbiamo creato una metodologia olistica, che uso in psicoterapia e insieme nelle formazioni, abbiamo sentito il bisogno di tradurre questo nella maniera più sistematica possibile, perché siamo molto preoccupati e sentiamo forte la spinta ad unirci ai simili, a tutti coloro che entrano in risonanza perché quelle cose già le hanno dentro. Ma il poterle vedere tradotte e confermate anche dalle nuove scienze, dà una maggiore speranza e nutre, in modo olistico anche la nostra parte razionale”.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.