Il coltivatore di Malata
0 0
Libri Moderni

Conrad, Joseph

Il coltivatore di Malata

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Malata è un’isola dei Mari del Sud, concessa in dono al protagonista, Geoffrey Renouard, da parte del governo coloniale come ricompensa per i suoi meriti di esploratore. Qui l’uomo ha trovato fortuna come coltivatore di seta. In una delle sue sporadiche visite sulla terraferma fa la conoscenza dei Moorsom. Il capofamiglia è un intellettuale molto importante, autore di saggi che gli hanno assicurato la fama di cui gode ma che nessuno ha mai davvero letto. Lo studioso ha una figlia, la fulva e altera Felicia, che cattura subito l’attenzione di Renouard. Il suo amore istantaneo e disperato trova un ulteriore ostacolo quando viene a scoprire che la donna ha un fidanzato e che la vera ragione della sua presenza in quel remoto angolo di mondo è... Il coltivatore di Malata è un testo primario per gli studi postcoloniali e affronta tematiche assai diverse, e per questo ancora più interessante, da quelle per cui l’autore è entrato nella storia della letteratura inglese.


Titolo e contributi: Il coltivatore di Malata / Joseph Conrad ; introduzione e cura di Maria Paola Guarducci ; traduzione di Salvatore Asaro

Pubblicazione: Roma : Croce, 2017

Descrizione fisica: XXXIX, 113 p. : ill. ; 21 cm

Serie: Participio passato ; 11

ISBN: 9788864022932

Data:2017

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.), Inglese (lingua dell'opera originale)

Paese: Italia

Altri titoli:
  • The planter of Malata
Serie: Participio Passato ; 11

Nomi: (Traduttore) (Autore)

Classi: 823.912 (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2017

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Pisa SMS 820 CONR col 0250-73479 In prestito
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.