Community » Forum » Recensioni

Lo scannatoio
0 1
Zola, Emile

Lo scannatoio

Milano : Feltrinelli, 2018

Abstract: Settimo pannello del ciclo dei Rougon-Macquart, iniziato nel 1871 e che si concluderà vent’anni più tardi con il Dottor Pascal, lo Scannatoio (1877) è il primo “romanzo sul popolo che non menta, e che abbia lo stesso odore del popolo”. Quando il romanzo inizia a uscire sulle pagine del “Bien publique”, nell’aprile del 1876, viene immediatamente accusato di oscenità. Il successo è enorme, senza precedenti: trentotto ristampe nel 1877, altre dodici l’anno seguente. Inizia l’era dei bestseller. Per Stéphane Mallarmé, il libro non è solo lo specchio di un’epoca di ricerca e rinnovamento, ma è anche “un eccezionale esperimento letterario”, in cui la “verità diviene la forma popolare della bellezza”. Lo disse anche Céline, in un discorso tenuto a Médan nel 1933 in omaggio a Zola: “Dopo lo Scannatoio, non s’è fatto di meglio”.

65 Visite, 1 Messaggi

Io l'ho letto per studio e devo dire che può sorprendere.
E'un po'noioso, ma non esageratamente, e il ritratto che riesce a disegnare
pare quasi visibile agli occhi. Sfumature sordide temperate da una tecnica scrittoria quasi "impressionista".
[Solo per appassionati di lingua/lett. francese]

  • «
  • 1
  • »

2726 Messaggi in 2379 Discussioni di 353 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.