Community » Forum » Recensioni

La papessa
0 1
Cross, Donna Woolfolk

La papessa

Roma : Newton Compton, 2011

Abstract: Giovanna nasce nell'anno del Signore 814, in un'epoca in cui le donne sono considerate empie, inferiori e indegne di essere istruite. Lei ha invece un forte desiderio di sapere, che cerca di soddisfare di nascosto con l'aiuto del maestro Esculapio. Divisa tra l'amore impossibile per un uomo e quello altrettanto impossibile per i libri, Giovanna sceglierà questa seconda via. Donna coraggiosa che cerca a tutti i costi di superare i limiti che il suo tempo le impone, è costretta a fuggire. Assume l'identità di suo fratello Giovanni, morto durante un'incursione vichinga, e si nasconde per dodici anni in un monastero benedettino, finalmente libera di leggere, studiare e capire i segreti delle arti e della scienza. Guadagnandosi grazie a questo inganno e alla devozione la fama di un grande e saggio erudito, e avanzando a grandi, incredibili passi nella gerarchia religiosa, Giovanna giungerà a Roma e infine diverrà papa, rinunciando in quel momento e per sempre al suo amore ritrovato, Gerardo. La papessa verrà poi, suo malgrado smascherata pubblicamente e tragicamente durante la solenne processione di Pasqua. I suoi successori faranno di tutto per cancellarla dai registri pontifici e la storia la dimenticherà. In bilico tra verità e leggenda, Giovanna resta tra i personaggi più controversi e affascinanti di tutti i tempi.

8 Visite, 1 Messaggi
Davide Ricci
272 posts

Essere donna nel Medioevo e non una qualsiasi, ma una donna con una forte predisposizione agli studi, alla conoscenza, alla logica e con un carattere tenace che non accetta le convenzioni sociali e le superstizioni di uno dei periodi storici più bui che l’umanità abbia attraversato. Giovanna nasce nell’anno 814 d.C. nel villaggio di Ingelheim da un pastore inglese e madre sassone e a partire da quel momento la sua vita sarà sempre in salita. Protetta durante i primi anni dal maestro Esculapio, la bambina inizia a studiare e ad accorgersi che la sua sete di conoscenza non solo la rende diversa da tutte le altre sue coetanee, ma anche vulnerabile e in pericolo. La scelta più importante che dovrà prendere nel corso della sua vita la porterà ad assumere l’identità maschile di suo fratello morto durante una sanguinosa incursione vichinga e a dover rinunciare per sempre all’amore di Gerardo, suo mentore. Una scelta che la porterà non solo verso un percorso di studi esclusivo e soddisfacente, ma addirittura ai vertici della Chiesa romana. Giovanna, conosciuta come Giovanni Anglico, verrà eletta Papa, il Papa del popolo, almeno fino al giorno in cui, durante la processione pasquale, la sua identità femminile viene smascherata pubblicamente nel modo più tragico possibile.

Sospesa fra realtà e leggenda, la storia della Papessa Giovanna viene narrata da Donna Woolfolk Cross in modo semplice ed accattivante, tenendo il lettore attaccato alle sue pagine dall’inizio alla fine. “La Papessa” (Newton Compton) è un romanzo storico che non tratta solo della disperata condizione femminile durante il Medioevo, ma che stimola il pensiero sulla delicata questione della volontà contro la sottomissione, dell’arrivismo mascherato da altruismo, e su quanto le prese di posizione, a volte, possano essere distruttive per sé stessi e per gli altri.

“Sarebbe stato felice? Giovanna lo sperava. Ma per qualche motivo sembrava un uomo destinato sempre a struggersi per ciò che non poteva avere, a scegliere per se stesso il cammino più arduo e roccioso. Avrebbe pregato per lui, come per tutte le altre anime tristi e inquiete che dovevano viaggiare per il mondo da sole.”

  • «
  • 1
  • »

2483 Messaggi in 2145 Discussioni di 344 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online