Community » Forum » Recensioni

Perfezione
0 1
Metz, Julie

Perfezione

Firenze ; Milano : Giunti, 2011

Abstract: In un normalissimo pomeriggio di gennaio la vita che Julie ha conosciuto fino a quel momento si interrompe: suo marito Henry si accascia all'improvviso e muore tra le sue braccia. A soli quarant'anni, Julie si ritrova vedova e con una bambina da crescere. Il peggio però deve ancora arrivare: a distanza di sette mesi dalla morte del marito, proprio quando sta iniziando a rimettere insieme i pezzi, Julie scopre che Henry le ha mentito per anni e che di fatto ha vissuto un'altra vita. Perfezione racconta l'anno indimenticabile in cui la protagonista deve fare i conti con un uomo che non c'è più e che capisce di non aver mai conosciuto davvero. Una storia intensa di rabbia e disperazione, determinazione e coraggio, alla ricerca di una nuova esistenza.

12 Visite, 1 Messaggi
Davide Ricci
272 posts

«Crediamo tutti di conoscere la persona che amiamo». Cominciava così un libro di Andrew Sean Greer, di qualche tempo fa, «Storia di un matrimonio». E potrebbe avere lo stesso incipit «Perfezione, storia di un tradimento » scritto dalla graphic designer americana, collaboratrice di Glamour e del New York Times, Julie Metz. Sfortunatamente per il lettore la somiglianza fra i due romanzi si limita all’assunto iniziale e diverge in tutto il resto a cominciare dallo spessore della narrazione. Henry, scrittore, padre e marito non esattamente esemplare, muore fin dalla prima pagina. Un malore improvviso lo uccide a quarant’anni e il suo computer, le sue mail, consegnano a Julie, soltanto pochi mesi dopo, un altro uomo: un uomo di cui non aveva mai sospettato l’esistenza, malgrado i sedici anni di matrimonio. I due lutti si sovrappongono e scatenano reazioni miste di rabbia e dolore.

Il tradimento con Cathy è il più classico dei copioni: lei è l’amica di Julie che per anni ha frequentato la loro casa, con tanto di marito e figlia. «Cathy? La donna che Henry aveva definito una “megera rinsecchita, con le tette troppo grosse e le spalle cadenti”? Quei difetti erano mancanze estetiche per il suo canone di bellezza, giusto un gradino sotto le caviglie grosse». Il clima è questo. L’approccio al tema è leggero e volatile. Un libro da ombrellone se non fosse per le 378 pagine che servono al guado di una storia che non riesce a scavare nei personaggi lasciando i sentimenti di Julie galleggiare senza rotta. Anche il faccia a faccia fra le due donne si risolve in un dialogo disarmante di insulti e rancori misti.

L’altro lato di Henry non si ferma a Cathy, ma prosegue in un’antologia di amanti collezionate da viaggi e incontri. Julie le contatta praticamente tutte di persona, via telefono o via e-mail nello sforzo di capire o di precipitare fino in fondo. «Cosa c’è di reale? Cosa posso conservare? I biglietti e le poesie d’amore che mi scriveva? I nostri album di foto? ». C’è una rilettura impossibile del passato quando lo spiffero del dubbio si insinua nella conservazione di ogni ricordo. Un’onda indecifrabile inquina quei sedici anni passati sotto lo stesso tetto. Quanti se ne possono salvare? Qui pensava a me o all’altra? Dove è cominciata la fine dell’amore o la sua trasformazione? Julie non trova pace si arrovella, prova a voltare pagina, a raccattare i pezzi di se stessa che ha lasciato in giro, ma lo fa troppo presto con un amico e poi di seguito con altri uomini alla ricerca di un nuovo equilibrio. Ogni tanto inciampa nella tentazione di buttare tutto a mare, in altri nella tentazione opposta di recuperare tutto, di non lasciare indietro niente. Di certo il povero Henry non può stare solo con i suoi segreti sul banco degli imputati, mancano i complici: la noia delle serate casalinghe, il sesso diventato un’abitudine, le mille priorità quotidiane che imprigionano la vita nella routine. Spesa, figli, cene. Senza più un brivido.

«Perfezione» è la traduzione di «umami » parola giapponese e titolo del romanzo che Henry stava scrivendo e che non è riuscito a finire. Pubblicato da Giunti, è tradotto da Lisa Maldera. Negli Stati Uniti è piaciuto molto ed è considerato un successo editoriale.

  • «
  • 1
  • »

2483 Messaggi in 2145 Discussioni di 344 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online